BRIC NEWS – New Village

Testo: Marco Lenzi

Birdhead, Xin Cun, 2006

La personale dei fotografi cinesi Birdhead apre il ciclo BRIC NEWS con la mostra Xin Cun, conosciuta anche come “New Village”.
Song Tao e Ji Weiyu, in arte Birdhead, ci forniscono un’istantanea sulla realtà in rapida evoluzione della Cina odierna. Nel progetto Xin Cun (2006), le foto dei due artisti documentano le trasformazioni urbane della città di Shanghai, attraverso una serie di scatti in bianco e nero che ritraggono il quartiere dove gli artisti sono cresciuti. Le immagini esposte rimandano però ad un luogo che già non esiste più perché, nel frattempo, i lavori realizzati per l’Expo Universale del 2010 hanno trasformato radicalmente il volto del quartiere. Gli edifici residenziali a sei piani sono stati rapidamente abbattuti, lasciando il posto ai padiglioni dell’Expo, mentre la popolazione del quartiere è stata prepotentemente trasferita altrove.


Birdhead, Xin Cun, 2006. Courtesy: Shanghart Gallery, Shanghai.

“Xin Cun ormai in Cina, oltre a fare riferimento ad una modalità urbanistica di costruzione, identifica proprio uno stile di vita”, ha dichiarato Lorenzo Giusti, curatore della mostra. “Esiste un essere Xin Cun – continua Giusti – che identifica chi vive in questi quartieri, con un atteggiamento e un modo di essere specifico. Un concetto assimilabile in un certo senso al nostro essere di borgata”.
La realtà del quartiere residenziale che scompare, di una comunità che si dissolve per fare posto alla celebrazione dell’Expo Universale ci obbligano ad una riflessione sugli effetti dello sviluppo economico. Le rapide trasformazioni in atto a Shanghai negli ultimi anni sono il simbolo di una crescita che pare inarrestabile.“Il lavoro che abbiamo scelto – spiega il curatore della mostra – affronta l’aspetto della rapida evoluzione urbanistica di Shanghai e, più in generale di tutte le città cinesi, con i grossi cambiamenti in termini di stile di vita e di costruzione di identità che seguono questi sconvolgimenti”.
Le foto degli artisti oscillano tra due diversi piani, “quello del diario intimo e quello del reportage, facendo emergere questa diversità di pulsioni della Cina odierna: da una parte l’attaccamento alla tradizione e, allo stesso tempo, un grande sconvolgimento di prospettiva”.

BRIC NEWS – New Village
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest